Incidenti Stradali causati da buche e manto sconnesso? Scopri come ottenere il giusto risarcimento!

Incidente-Stradale-Rimborso-Danno-Auto-SOS-Incidente

Incidenti Stradali causati da buche e manto sconnesso? Scopri come ottenere il giusto risarcimento!

Le buche stradali sono l’incubo di ogni automobilista, motociclista e addirittura pedone! Guidare e camminare con attenzione è la prima regola per evitare di imbattersi in un manto stradale sconnesso, ma il pericolo è sempre dietro l’angolo. Infatti al giorno di oggi, le voragini si presentano con maggiore frequenza, a causa della scarsa manutenzione delle strade e del maltempo.

Essere prudenti alla guida non basta per evitare di imbattersi in questi pericoli quotidiani.
In caso di danni… chi è che paga?

Il proprietario della strada è responsabile di una corretta manutenzione e anche di eventuali danni ma, in primis, ci deve essere una buona condotta dell’automobilista/motociclista/pedone. Occorre verificare che l’incidente sia stato causato dal manto stradale sconnesso e dimostrare che non si sarebbe potuto evitare.

Per prima cosa il danneggiato deve verificare il fatto: è necessario fare una fotografia e chiamare dei testimoni che possano garantire la veridicità dell’accaduto. Per aver maggiori tutele vi consigliamo di chiamare le forze dell’ordine.

Occorre poi provare il danno: sia in caso di danni materiali che in caso di danni fisici. È importante cioè dimostrare di aver subito danni ed è possibile farlo attraverso le fatture del gommista o dell’elettrauto, per i danni materiali, o con certificato del pronto soccorso (che sarà poi visionato da un medico legale) per i danni fisici.

Fatto questo si deve verificare se sia possibile richiedere il giusto risarcimento. Secondo la legge, la responsabilità appartiene al proprietario della strada, che dovrebbe occuparsi di una continua e corretta manutenzione. Ma il proprietario della strada non è sempre responsabile di ciò che accade nelle sue proprietà: provando che si tratti di un caso fortuito.
Con ciò si intende la dimostrazione, da parte del proprietario, che la sussistenza di un evento esterno e imprevedibile sia in grado di escludere il nesso di causalità tra l’accaduto e il danno provocato. E che quindi l’unico modo per potere evitare l’incidente risieda nella buona condotta dell’automobilista che, attraverso una guida prudente, avrebbe dato vita ad una diversa sequenza causale (evitando quindi l’incidente).

Inoltre – secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione (13 aprile – 14 giugno 2016, n. 12174) – l’automobilista non può richiedere un risarcimento, qualora si verifichi che la strada sia stata percorsa con abitualità, in quanto egli avrebbe potuto percorrere una strada alternativa.
Quindi, per ottenere il giusto risarcimento, l’automobilista non può far altro che provare in modo non sindacabile che, nonostante la diligente guida non ha potuto fare a meno di evitare l’accaduto.

Se sei stato vittima di un incidente stradale di questo tipo e non sei sicuro di potere ottenere il giusto risarcimento contatta Sos Incidente!

La consulenza è gratuita e saremo in grado di darti tutte le informazioni necessarie, aiutandoti ad ottenere il giusto risarcimento!

Visita subito la pagina CONTATTI e scopri la Sede SOS Incidente pià vicina a te!

 

Condividi questo articolo su: