Si possono cumulare risarcimento da Incidente Stradale e rimborso da Polizza Infortuni?

sos-incidente-risarcimento-incidenti-stradali-news

Si possono cumulare risarcimento da Incidente Stradale e rimborso da Polizza Infortuni?

Quanto un nuovo assistito si rivolge a noi per il risarcimento di un incidente stradale una delle prime domande che facciamo è: hai una polizza infortuni?
Molto spesso la risposta è la seguente: “Sì, ne ho una, ma il mio assicuratore mi ha detto di non fare la denuncia in quanto, per legge, non si possono prendere i soldi sia dal responsabile dell’incidente che dalla propria polizza infortuni.”

In realtà non esiste alcuna legge che vieta di sommare i due importi – e di ottenere quindi un doppio risarcimento per chi ha subito un danno – ma la giurisprudenza recente ha di fatto dato il fianco a chi intende speculare su questa tesi.

Facciamo chiarezza

La cassazione, con sentenza n. 13233 del 11/06/2014 (nota anche come sentenza Rossetti), ha spiegato che non è possibile sommare le due liquidazioni. O meglio, questo è ciò che si trova in rete andando a fare delle ricerche. Come sempre capita, ci fidiamo poco del giudizio altrui e preferiamo investire parte del nostro tempo per studiare attentamente tutte le sentenze che riguardano il mondo dell’infortunistica.

La sentenza sopra citata parte da un principio molto semplice sancito nel nostro ordinamento – e più volte rimarcato anche in altre sentenze – chi subisce un danno non può, a seguito del risarcimento ricevuto, diventare più ricco di prima.

Cosa significa?

Significa che se in un incidente, ad esempio, si rompono un paio di occhiali di 50 € di valore, non potrò ottenere un paio di occhiali che ne costano 100 €! Allo stesso modo, se in un incidente subisco delle lesioni fisiche che vengono quantificate in 5.000 €, non potrò ottenere un risarcimento maggiore.

Quindi, per il ragionamento sopra citato, se ho ricevuto 1.000 € dalla polizza infortuni, il responsabile civile dovrà risarcirci solo 4.000 € oppure, se ho già ricevuto 5.000 € dal responsabile civile, non dovrò avere nulla dalla mia polizza infortuni.

Tutto chiaro? Assolutamente No!

Leggendo la sentenza infatti si arriva al punto 6, quello delle motivazioni, che riportiamo integralmente: “Resta solo da aggiungere, per completezza, che la detrazione dal risarcimento del danno aquiliano dell’indennizzo assicurativo percepito dalla vittima in virtù di una assicurazione contro gli infortuni esige che il danno patito ed il rischio assicurato coincidano: se l’assicurazione copre il danno da perdita della capacità di lavoro (danno patrimoniale), e la vittima del fatto illecito abbia subito soltanto un danno biologico (danno non patrimoniale), nessuna detrazione sarà possibile, a nulla rilevando che l’assicuratore abbia, per effetto di particolari clausole contrattuali che ammettano l’indennizzabilità d’un danno presunto, pagato ugualmente l’indennizzo”.

Questo è il passo decisivo della sentenza perché è proprio in virtù di questa precisazione che l’indennizzo della polizza infortuni deve essere sommato al risarcimento pagato dal responsabile del sinistro. La polizza infortuni infatti rimborsa la “perdita della capacità fisica dell’assicurato allo svolgimento di qualsiasi lavoro” (danno patrimoniale) mentre il responsabile civile è chiamato a risarcire il danno biologico, che è “la lesione dell’integrità fisica della persona” (danno non patrimoniale) e tale voce di danno non comprende la diminuzione della capacità lavorativa del danneggiato.

Essendo pertanto il danno biologico e l’indennizzo della polizza infortuni due voci completamente distinte, queste vanno necessariamente sommate.
Quindi, per rispondere al titolo di questo articolo, Sì il risarcimento da incidente stradale e quello da polizza infortuni si possono e si devono cumulare!

Se vuoi saperne di più o hai bisogno del nostro aiuto, visita la pagina CONTATTI del sito e rivolgiti subito alla sede SOS Incidente più vicina a te!

Condividi questo articolo su: