fbpx

Sei rimasto vittima di un incidente contro ignoti?

SOSIncidente_Storia_19Giu_20

Sei rimasto vittima di un incidente contro ignoti?

Purtroppo accade anche il peggio durante un incidente stradale, ovvero la fuga della controparte, senza riuscire a prendere i dati, innescando un inseguimento al colpevole e aprendo una notizia di reato presso i vigili. In questi casi, soprattutto quando si riportano gravi lesioni, è difficile ottenere il risarcimento occupandosene autonomamente, è sempre meglio l’approccio di un professionista del settore.

Gianfilippo Cusumano, mentre si stava recando al lavoro, a novembre dello scorso anno, è rimasto vittima di un pericoloso incidente stradale a Galbiate, in provincia di Lecco. Ha riportato ingenti ferite e la controparte si è data alla fuga. Gianfilippo, con l’intento di ottenere un risarcimento per i danni subiti, ha contattato autonomamente la sua assicurazione, che è telefonica, per richiedere assistenza, ma con scarso successo.

Successivamente si mette in contatto con l’infortunistica Sos Incidente di Cesano Maderno per essere seguito. Il responsabile della sede dell’infortunistica ha preso in carica il mandato, per seguirlo in tutta la procedura e guidarlo verso il risarcimento più alto che avrebbe potuto prendere, perchè si trattava di una pratica molto complessa, data l’entità e la gravità del sinistro. Infatti prima di tutto hanno redatto una querela contro ignoti per il cliente, e fatta depositare presso il comando della stazione dei vigili di Valmadrera, in provincia di Lecco, dove risiete Cusumano. In questo modo si è spinto affinché si aprisse l’indagine da parte della procura e dei vigili di Galbiate, in quanto a seguito del sinistro con feriti, si è aperta una notizia di reato.

Nel frattempo che le indagini sul colpevole, che è scappato, giungessero alla fine, il responsabile di Sos Incidente, per aiutare il più possibile il suo assistito, ha deciso di seguire anche altre strade quali vittime della strada e contattare l’assicurazione di Cusumano per la polizza infortuni. Siccome il cliente, il giorno dell’incidente, si stava recando al lavoro, hanno attivato la procedura di risarcimento da parte dell’Inail. A marzo ha ricevuto una parcella di 9mila euro.

Agli occhi del professionista di Sos Incidente di Cesano, non è sfuggito anche un altro particolare molto importante: la malasanità. Subito dopo l’incidente, Gianfilippo Cusumano si è recato all’ospedale di Lecco per i dolori al petto e alla gamba. I medici gli dicevano che il male al ginocchio era dato dalla botta, mentre al petto a causa di un’insaccatura presa dall’urto. Lo hanno mandato a casa senza una diagnosi precisa e infatti dopo 5 giorni è ritornato d’urgenza e si è scoperto che aveva lo sterno rotto e il dolore del piede era dato dalla caviglia rotta. Quindi a causa dell’inefficienza del personale sanitario, che non l’ha visitato a dovere, si è deciso di procedere alla richiesta di risarcimento per malasanità.

Anche se ad oggi la pratica non è chiusa del tutto, il lavoro, la preparazione, l’attenzione di Stefano, responsabile di Sos Incidente di Cesano Maderno, ha dato i suoi frutti. Infatti Gianfilippo Cusumano ha ottenuto un risarcimento da parte dell’inail, hanno richiesto il risarcimento su polizza infortuni, ha avuto 18 punti di invalidità, quindi riuscirà ad ottenere un ingente risarcimento, anche nell’attesa che si chiuda la pratica per malasanità contro l’ospedale di Lecco. Il cliente è soddisfatto e contento perchè grazie a Sos Incidente ha avuto la sua grande vittoria, nell’attesa che le autorità trovino il colpevole ancora in fuga.

 

 

 

Condividi questo articolo su: